Le Cronache Lucane

CAOS VACCINI, LA GENIALATA SOCIAL DEL GOVERNATORE

Per quanto ci si possa sforzare, anche con una certa inventiva linguistica, non ci sono parole in uso educato all’italiano e del tutto proporzionate a rappresentare il livello assoluto di sciatteria istituzionale con cui l’anziano governatore Vito Bardi sta affettando la dignità e la salute dei lucani. Mai nel corso della sua storia la Basilicata si è trovata così impaludata ed avvilita come lo è oggi per l’incapacità di guida e l’insignificanza politica mostrate dal governatore. Ora, nel pieno della crisi pandemica e della conta alta di contagi e decessi, la genialata via social di Bardi è stata la vaccinazione libera dai 60 anni in su, con l’effetto irresponsabile d’animare la tenda del Qatar di Potenza con ressa, confusione ed assembramenti tali da far man bassa dell’obbligata distanza di sicurezza. Eppure dinnanzi alla folla impaurita ed inferocita per lo scempio organizzativo subito, Bardi s’inventa perfino il successo ed ironizza con la solita strafottenza sulle critiche dei lucani che, a questo punto, sempre più lo vorrebbero far ritornare in pantofole sul balcone di Napoli. Ha scritto Ramón Gómez de la Serna:“Le pantofole sono le uniche a compatire l’uomo”.

Le Cronache Lucane
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: