Le Cronache Lucane

CONFCOMMERCIO PER RISOLLEVARE L’ECONOMIA


In Confcommercio nasce il progetto “Valore” dedicato alle giovani imprese del terziario che si trovano oggi ad affrontare uno scenario nuovo e inatteso post pandemia. Ed infatti i dati ci consegnano un declino delle giovani imprese lucane dove, dopo 5 anni dalla loro formazione su 100 ne restano salve solo il 68%.
«Siamo convinti che per gli imprenditori, in questa fase così delicata per l’economia riuscire a dare le risposte giuste a queste domande farà la differenza» commenta Andrea Colzani, presidente di Confcommercio Giovani. «Le imprese da sole potrebbero non farcela così abbiamo ritenuto importante cercare di offrire un percorso formativo al fianco di importanti professionisti che si sono affermati nei settori strategici per lo sviluppo di impresa, e soprattutto in un contesto associativo come è il nostro di Confcommercio con una grande storia», ha concluso Colzani.
La situazione delle imprese giovanili in Basilicata con l’emergenza sanitaria è diventata più complessa rispetto alla fase pre-Covid quando in media ogni trimestre si iscrivevano alle Camere di commercio lucane oltre 260 imprese giovanili. Le aperture di nuove attività secondo Confcommercio non bastano a fugare le preoccupazioni per l’autunno e per il 2021, tanto più che di 100 imprese giovanili nate nel 2011, ne sono sopravvissute tra il 68 ed il 77%.
In un simile quadro c’è poi la tendenza ad andare via dato che in media più di 1 giovane imprenditore del sud su 10 si è mosso al Centro-Nord per dare vita alla propria iniziativa di business, in questo contesto la Basilicata, con il suo 19,7% di migrazione di imprenditori under 35 verso altre regioni d’Italia, è tra le tre regioni del sud a vantare questo dato negativo.

Le Cronache Lucane
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: