Le Cronache Lucane

PIRO DIFENDE I SUOI IN GIUNTA, ATTACCA CICALA E CONTRADDICE IL LEGHISTA COVIELLO

Al novellato di reame di “Re” Cicala e del capogruppo della Lega, Coviello, il suo “profeta”, il consigliere regionale Francesco Piro, capogruppo in Regione di Forza Italia, ha contrapposto la propria realistica e allarmante descrizione del quadro politico attuale che vede il centrodestra impantanato in una «palude», invece che incarnare il protagonismo di una «stagione riformatrice». Il capogruppo Piro difende i suoi in Giunta, gli assessori Cupparo e Leone, attacca Cicala e contraddice l’omologo Coviello sul decaduto Ufficio di presidenza. «Non è certo la prima volta – ha dichiarato Francesco Piro – che siamo costretti ad intervenire per manifestare le nostre perplessità sull’azione istituzionale del Presidente Cicala, ma l’inspiegabile ritardo, ad oltre un anno di distanza dal suo insediamento, con cui non si è adeguato il regolamento interno datato 1999 alle innovazioni del nuovo Statuto regionale è inaccettabile e rischia di minare la credibilità dell’intero Consiglio Regionale della Basilicata, esponendolo a qualificazioni non in proporzione al suo lavoro di qualità legislativa e di impegno comunitario che tutti i consiglieri regionali, di maggioranza e di opposizione, mettono quotidianamente e con abnegazione, in opera nell’esclusivo interesse di cittadini, imprese, giovani, donne». «Non tocca certo ad un quotidiano – ha aggiunto il capogruppo in Regione di Forza Italia – definire l’agenda dei lavori della politica regionale, ma piuttosto è compito di chi guida la massima Assise regionale, assumere con responsabilità, puntualità e merito, determinazioni istituzionali adeguate ai tempi ed alle nuove prerogative del Consiglio Regionale chiamato a sfide strategiche per riorganizzare la Basilicata nelle traiettorie dello sviluppo, del cambiamento e del lavoro». «Ancor di più – ha rimarcato il consigliere regionale Piro – al centrodestra è affidato il compito di velocizzare , dentro una delle crisi più drammatiche di tutti i tempi, le nuove proposte di ripresa della Basilicata e gli assessori Cupparo e Leone, ognuno per la propria competenza specifica, stanno determinando fatti positivi accompagnando lo sforzo costante del Presidente Bardi di rimettere ordine e ridare prestigio e capacità al governo della Basilicata ed alla sua nuova considerazione istituzionale nel Paese e nel Mezzogiorno». «Dinnanzi a tutto questo – ha spiegato Piro -, il Presidente Cicala, irretito sempre più in una solitudine istituzionale ha dimenticato, volendo fare salva la buona fede, i compiti di garanzia, terzietà e rappresentanza a cui pure è chiamato ad assolvere in quanto espressione del fiducia dei gruppi consiliari. Per questa ragione si dovrà procedere con la dovuta speditezza e tempestività all’allineamento del regolamento allo Statuto e riorganizzare ancora meglio le funzioni del Consiglio». «Con ciò consentendo – ha concluso il capogruppo in Regione di Forza Italia, Francesco Piro – il protagonismo della politica secondo quanto detto dal nuovo Statuto in materia di prerogative dei Consiglieri: prerogative ad oggi disattese in mancanza dell’adeguamento del Regolamento interno a quanto disciplinato nella novata Carta regionale».

 

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Le Cronache Lucane
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: