Le Cronache Lucane

MELE CONTRO LA SCLEROSI MULTIPLA


Sono scesi in piazza i volontari dell’Associazione Italiana Sclerosi Multiplaper distribuire i sacchetti di mele a fronte di una donazione minima che contribuirà per la ricerca alla malattia. La cura della sclerosi multipla ancora non esiste. Per questo è importante sostenere la ricerca l’unica arma oggi per sconfiggere questa patologia.Alla manifestazione in piazza è legato anche il numero solidale 45512 di AISM per garantire il sostegno a progetti di ricerca legati alla forma progressiva di sclerosi multipla, la forma più grave, a oggi orfana di trattamenti efficaci. I fondi raccolti con la Mela di AISM nella ricerca in importanti progetti per trovare la causa e la cura risolutiva per la sclerosi multipla e per implementare i servizi dedicati ai giovani, purtroppo i più colpiti dalla malattia che incide sul sistema nervoso centrale, si presenta cronica, imprevedibile e spesso invalidante, manifestandosi per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla: è di oltre 5 miliardi di euro l’anno il costo sociale medio della malattia. E’ una emergenza sanitaria e sociale. Obiettivo della manifestazione è anche la sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso una malattia che colpisce in Italia 122 mila persone. Di queste, il 50 per cento è rappresentato da giovani, persone al di sotto dei 40 anni d’età, il 10 per cento è rappresentato da bambini. La sclerosi multipla è la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali.

 

Le Cronache Lucane
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: