Le Cronache Lucane

La Spezia, morti due sub italiani dispersi in grotta a Santo Domingo

CARLO BASSO

Nei Caraibi, a Santo Domingo, si sono perse le tracce di due sub italiani. I due appassionati di subacquea sono Carlo Basso, di 43 anni, originario di Mestre e residente a Lavagna (Genova) e Carlo Barbieri, di 56 anni, originario di Levanto (La Spezia).

Lo rende noto la Società Speleologica della Repubblica Dominicana, spiegando in una nota che i sommozzatori sono stati visti l’ultima volta il 9 febbraio mentre si apprestavano ad entrare nella grotta sommersa di El Dudù. “Gli italiani – afferma la società Drss – non avevano la certificazione” necessaria per accedere alla grotta “e hanno ignorato un segnale di pericolo, collocato alla fine della zona di sicurezza, che evidenzia il pericolo di andare oltre”. Nella nota, inoltre, si fa riferimento alla necessità di “preparazione che deve possedere chi si spinge oltre il limite”. “Per immergersi nelle acque delle grotte – evidenzia la Drss – è necessario che le persone seguano un allenamento diverso da quello per l’attività subacquea in mare o in acque aperte. Dopo questa formazione si può ottenere una certificazione internazionale che qualifica” un sub in grado di entrare in una grotta. Tali immersioni, inoltre, “richiedono equipaggiamenti specifici”. La grotta sottomarina della laguna Dudù è tra le più difficili da affrontare: un tunnel lungo 700 metri con profondità che sfiorano in alcuni tratti i 27 metri, e una fitta rete di cunicoli. “Non posso dire con certezza che siano morti ma per i due sub italiani non ci sono molte possibilità”. Phillip Lehman, fondatore e vicepresidente della Drss, è impegnato nei soccorsi. “Le operazioni hanno subìto un rallentamento nelle ultime ore per la scarsa visibilità ma siamo pronti a ripartire. Continueremo a cercare finché non li troviamo” dice Lehman all’AdnKronos. Alle ricerche partecipano guide locali, uomini dell’esercito e squadre di soccorso. È stato individuato il corpo senza vita di uno dei sub italiani dispersi da sabato scorso all’interno della grotta El Dudù, nella provincia di Maria Trinidad Sanchez, nella costa nord della Repubblica Dominicana.
Non si conosce ancora l’identità del subacqueo individuato.
Due sub spezzini dispersi a Santo Domingo, individuato un corpo

Tragedia sulla costa settentrionale di Santo Domingo: trovati morti due sub italiani, Carlo Basso e Carlo Barbieri che si erano immersi nel lago El Dudu, nella provincia di Maria Trinidad Sanchez in Repubblica Domenicana, un’area protetta. Erano rimasti bloccati in un corridoio, 700 metri di tunnel sommersi che arrivano a 100 metri di profondità. Un’escursione subacquea per esperti, come erano i due amici.

Si erano immersi il mestrino e l’amico imprenditore, anch’esso appassionato di diving, alle 17 di sabato e non sono più risaliti. Carlo Basso, 44enne, era fratello di don Giacomo, il sacerdote della Diocesi di Venezia che da anni opera nella missione di Ol Moran in Kenya. Carlo, originario della Cipressina di Mestre, si era trasferito in Liguria una decina di anni fa. Lì faceva l’istruttore subacqueo.
La Spezia – È stato individuato il corpo senza vita di uno dei due sub italiani dispersi da sabato scorso all’interno della grotta El Dudù , nella provincia di Maria Trinidad Sanchez, nella costa settentrionale della Repubblica Dominicana. Lo comunica la Società speleologica della Repubblica Dominicana, impegnata nei soccorsi, che sottolinea come le operazioni di recupero saranno probabilmente perfezionate nella giornata di oggi. Non si conosce ancora l’identità del sub individuato.

Da sabato sono dispersi Carlo Basso, 44enne istruttore di diving originario di Mestre ma da tempo trapiantato in Liguria, dove ha vissuto per anni a Levanto e oggi vive a Lavagna, e Carlo Barbieri, 56enne geometra con la passione delle immersioni, nativo di Levanto (La Spezia) ma da anni trasferitosi nella perla dei Caraibi, a Las Terrenas.

La grotta sottomarina della laguna Dudù è tra le più difficili da affrontare: un tunnel lungo 700 metri con profondità che sfiorano in alcuni tratti i 27 metri, e con una fitta rete di cunicoli particolarmente stretti.

Le Cronache Lucane
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: