FINISSAGE PER IL PROGETTO “MEMORI”

Dopo due mesi di esposizione, presso la Chiesa di Santa Maria de Armeniis a Matera, si è tenuto il finissage di M.E.M.O.RI., Museo Euro Mediterraneo dell’Oggetto Rifiutato, coprodotto da La luna al guinzaglio e dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 e sostenuto dal fondo etico della Banca di credito cooperativo BCC Basilicata. M.E.M.O.RI. è un museo itinerante che espone frammenti, tracce, piccoli oggetti raccolti e ri-fiutati, ovvero rielaborati, dopo un viaggio compiuto in 5 città mediterranee: Genova, Marsiglia, Malaga, Tunisi, Tétouan e in 5 città lucane Bernalda, Venosa, Matera, Muro Lucano, Potenza. Dopo due mesi di esposizione sé stato tracciati il bilancio e si è parlato del pubblico coinvolto, del tipo di esperienza che il Museo è stato in grado di offrire ai suoi fruitori e delle tappe future. Di certo è possibile anticipare che M.E.M.O.RI. si è rivelato un progetto trasversale e accessibile, aperto a gruppi eterogenei di visitatori e in grado di coinvolgere bambini, educatori, docenti, gruppi associativi. L’esposizione è stata fruita anche da persone con disabilità, manifestandosi come un progetto in grado di parlare linguaggi dedicati e in grado di offrire un’articolata gamma di esperienze di fruizione. Associazioni, scuole, centri estivi, centri diurni per disabili, fondazioni: al di là del flusso naturale di visitatori legato a Matera 2019, M.E.M.O.RI. ha intercettato un proprio pubblico organizzato e fidelizzato, frutto degli anni di lavoro sul territorio nazionale. Le provenienze variegate testimoniano il tutto, con visitatori direttamente coinvolti provenienti da Arezzo, Milano, Salerno, Napoli, Gravina, oltre che dal territorio lucano stesso. La circuitazione di M.E.M.O.RI. proseguirà con altre tappe quali Potenza, Bologna, Genova, Malaga e con il completamento delle altre azioni di progetto quali la redazione di un catalogo e il lancio di un gioco dedicato. Relativamente al finissage, è stato presente Fabio Fornasari, architetto e museologo di fama internazionale, collaboratore del progetto e responsabile di diversi progetti museali pensati per consentire a tutti i pubblici esperienze forti di fruizione e di attraversamento. Ogni partecipante potrà realizzare un libro souvenir, grazie alla disponibilità di una particolare macchina artigianale proveniente da Tetouan, sede di una delle tappe del progetto.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: